LACRIMA DI MERLOT

Tu questo vino

io un colibrì

tuffato

nel tuo cuore.

 

RIESLING

Avrei voluto che il tuo riso

spezzasse il vetro del bicchiere

invece a rompersi

fu solo il mio cuore

ti presi un bacio mordente

e trovai una nota citrina e fresca

in fin di bocca.

 

SCIAGLIN

L’estate non si ferma in te:

si trasforma in autunno

 

e veste l’anima di terrigni riflessi

il tuo sguardo si fa rurale

il gesto primitivo.

Assaporare schiavolino antico di Slavia

e “clopitt“ friulano

tra ondulati fruscii di libertà

tra colori che urlano la vita ,

è vestire una seconda pelle

una cerniera che unisce passato e futuro.

 

PIGNOLO

In questo tardo autunno

l’ultimo piccolo grappolo -

errato come pigna in cuore -

ha rinviato il mio inverno.

 

VENDEMMIA

Stanotte  è un tino spaccato la terra

e spande rivoli di sapidi umori

sotto stelle spumeggianti

vendemmi il mio corpo

spremi i miei fianchi

e svuoti la mia anima notturna

vinificata.

 

FUMATT

Si precipitava dalla collina

gettando alle spalle i nomi

dei compagni che la nebbia catturava.

Il rifugio era la vigna

dove ti trattenni con  il primo bacio

amarognolo come il Fumatt

e violaceo come le tue guance calde

per la corsa e l’emozione.

 

Poesie di Rosinella Celeste Lucas

in Vino, amore e poesia

Edizioni della Laguna