Moricone e il vino

Musica e vino sono presenti anche nella produzione artistica di Ennio Moricone, uno dei più grandi compositori di brani per il cinema, che ha ottenuto numerosi premi e l'Oscar alla carriera e ci ha lasciati a 91 anni. Il vino e l’uva è uno dei brani dell’album Stanno tutti bene composto per il film di Giuseppe Tornatore, ma ... - LEGGI TUTTO

Un sorso al giorno...

«L’indipendenza è un cordiale migliore del tocai».
(William Shenstone, poeta inglese, 1714-1763)

Brevi annunci gratuiti



 

Gli spillatori di vino (olio su tela, cm. 117 x 151; collezione privata; provenienza: collezione Salvadego di Padernello) è una delle opere più significative di Giacomo Ceruti, detto il Pitocchetto (Milano 1698 - Milano 1767). Il soprannome Pitocchetto deriva dai soggetti preferiti dell’artista: i contadini, gli umili, gli ultimi, i pitocchi in gergo bresciano. Giacomo Ceruti nei primi decenni del Settecento fu attivo a ...
Brescia, dove ha lasciato una ricca produzione artistica fra dipinti a soggetto religioso, ritratti e scene di vita quotidiana. La sua arte si inserisce nel filone di un realismo che a Brescia si sviluppò intorno ad artisti quali Moretto e Savoldo e in Lombardia ebbe esiti eccelsi con Foppa e Caravaggio. Nelle sue opere scorre la quotidianità con tratti di lucidità spietata, che nelle opere minori si orienta verso un’interpretazione quasi teatrale.    
Gli spillatori di vino esprime un realismo vivo e maturo, oltre le pose da rappresentazione teatrale evidenti in altri dipinti come Due pitocchi, in cui pure è presente il vino della quotidianità. La composizione si presenta come un’istantanea nello scorrere dei giorni: il giovane spillatore, piegato sulle ginocchia davanti alla botte, sembra essersi voltato di scatto avvertendo la presenza di qualcuno.

Con i toni tenui caratteristici del Pitocchetto, il tratto cromatico della scena propone sfumature che ingentiliscono il mondo degli umili. Le mani, ad esempio, o i capelli del ragazzo rivelano una delicatezza che sembra ringiovanire i protagonisti. Del resta nelle opere del Ceruti la povertà appare uno stato spirituale, perde i connotati della privazione e appare un valore positivo, per cui molti aspetti della vita popolare sono connotati da ingenuità e freschezza. Un tratto caratteristico che dà a una certa rassegnata tristezza e alla malinconica inedia di tante raffigurazioni segni di grande modernità.

Il dipinto Gli spillatori di vino è tornato alla visibilità del grande pubblico nel 2014 con la mostra Moretto, Savoldo, Romanino, Ceruti, 100 capolavori dalle collezioni private bresciane, allestita a Palazzo Martinengo di Brescia. (Felice d’Adamo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

«Sonetto al vino»

«Sonetto al vino» è una delle poesie più suggestive di Jorge Luis Borges, che con le sue opere ha segnato la letteratura mondiale del Novecento. «In quale regno o secolo e sotto quale tacita / congiunzione di astri, in che giorno segreto / non segnato dal marmo, nacque la fortunata / e singolare idea di inventare l’allegria? / Con ... - LEGGI TUTTO

Le parole del vino

CRU - Termine francese che indica uno specifico vigneto, o una sua parte, in una determinata zona. Le uve dei crus sono di qualità pregiata.

DISCIPLINARE - L’insieme delle regole che fissano gli elementi necessari per la produzione di un vino DOC, DOCG, IGT. Le norme sono stabilite, zona per zona, dai tecnici del Ministero dell’agricoltura, tengono conto dei vitigni, delle condizioni di produzione delle uve, dei processi di vinificazione, delle caratteristiche chimiche e fisiche del vino, degli aspetti organolettici e anche delle tradizioni locali.

ELEGANTE - Vino equilibrato e delicato, aristocratico e di classe.

Aziende in vetrina

1 euro per andare avanti