«Di...vino verso»

Un viaggio nella storia, tra emozioni e gusto con il coinvolgimento dei sensi, è il libro di Flavia Scebba dedicato al vino. «Di...vino verso» è il titolo del volume edito da Luoghinteriori, “un lieto brindisi fra sapere e sapore” rivolto a tutte le regioni d'Italia, fra paesaggi, colori, arte ed emozioni, un viaggio nella tradizione ... - LEGGI TUTTO

Vino, voci dalla cultura

«Non berremo dallo stesso bicchiere l’acqua o il dolce vino…».
(Anna Achmatova, poetessa russa, 1889-1966)

Brevi annunci gratuiti





Grazie alle analisi del DNA la ricerca è entrata in una nuova era. Vale per ogni specie vivente, vale per i vini e per i vitigni: dalle origini ai nostri giorni, è finalmente possibile conoscerne la storia più profonda. Un gruppo di autorevoli esperti ha recentemente scoperto che ben 78 vitigni coltivati oggi in Europa hanno un antico genitore comune: il vitigno affidato da un imperatore romano alle sue legioni. Se guardate un film di guerra ambientato nell'antica Roma e osservate bene i centurioni, scoprirete che immancabilmente nella mano destra stringono un bastone, chiamato vitis, che non è altro che un ramo di vite. Seguendo alla lettera il monito di Orazio - "nessun albero prima della sacra vite tu pianterai, o Varo" - Roma stabilisce, a un certo punto della sua storia, che la figura chiave dell'esercito avrebbe impugnato un tralcio di vite. Perché gli antichi romani davano così importanza a questa pianta? E come mai in Italia, in Gallia, in Britannia, in Iberia e ovunque in Europa cominciarono a piantare viti, anziché frumento, orzo o alberi da ...

frutta? Come ha fatto una città enologicamente incolta a diventare la capitale mondiale del vino? Nei primi secoli dell'antica Roma il vino è una bevanda per ricchi patrizi. A partire dalla seconda metà del II secolo a.C, quando si diffonde il pane, anche il vino "esplode", diventando nutrimento e piacere di massa. Nascono produttori, speculatori, grossisti e dettaglianti che accumulano capitali e fondano compagnie commerciali. (c.s.)

 

GIOVANNI NEGRI – ELISABETTA PETRINI

Roma Caput Vini. La storia che gli italiani non sanno e che i francesi non vogliono sapere

Oscar Mondadori, Milano

Pagine: 216

Prezzo: 14,00 euro.

Fra storia e bollicine

La fermentazione del vino può produrre anidride carbonica, che genera la caratteristica schiuma negli spumanti. La leggenda fa derivare lo spumante dallo champagne, che nel Settecento sarebbe stato prodotto in Francia dal monaco Dom Pierre Pérignon nell'abbazia di Hautvillers. In realtà già in ... - LEGGI TUTTO

Le parole del vino

AMPIO - Profumo di un vino ricco e complesso.

CONSERVANTE - Sostanze chimiche, come azoto e gas carbonico, che inibiscono la fermentazione e sono inoffensive per l’organismo umano.

PIATTO - Vino privo di acidità e carattere, opposto ad acidulo. 

Aziende in vetrina

1 euro per andare avanti