Ambientato in Provenza, terra del vino per antonomasia, Un’ottima annata è un film davvero interessante. Alla morte dello zio Henry, l'inglese Max Skinner, uomo d'affari di successo, viene chiamato da un notaio a recarsi in Provenza, la terra della sua infanzia, per la lettura del testamento. Sono passati tanti anni da quando Max passava le sue estati in Francia a la Siroque, la tenuta dello zio che gli ha dato tanti insegnamenti di vita. Insegnamenti che recupera, passando da squalo della finanza, che ha l'intenzione di vendere la tenuta provenzale, un ...

castello con vigneto, al recupero della lezione inascoltata dello zio, che lo porta a cambiare, crescere, scoprire i piaceri della vita, tra cui l'amore che lo fa rinascere.
Ridley Scott guida lo spettatore in una lunga passeggiata fra i vigneti del sud-est della Francia. Un film che inebria con delicatezza, un film romantico che riflette e fa riflettere sul valore degli affetti nella frenetica vita contemporanea. La critica non è stata generosa nelle valutazioni, anche per il velo di moralismo che talora lo attraversa, ma il pubblico ha decretato un buon successo in quanto nel complesso è un film delicato e coinvolgente. La storia, venata di ricordi, si complica a causa di un'indagine sugli affari di Max Skinner in Inghilterra e dell'arrivo di Christie Roberts, una ragazza di Napa Valley che si dichiara figlia illegittima dello zio Henry.
Accolto con diffidenza dalla critica, il film ha registrato un buon successo di pubblico. Certamente, non si può negare che sfoci a volte nel moralismo, ma nel complesso rimane un film molto delicato e coinvolgente. (Francesca Tengattini)


Titolo originale: A Good Year
Anno: 2006
Regia: Ridley Scott
Lingua originale: inglese
Ambientazioni: Francia, Inghilterra

Trailer su YouTube:
http://www.comingsoon.it/Film/Scheda/Video/?key=499-355#video